AVVISI IMPORTANTI
Parrocchia SS.Stimmate - Chiesa
Benvenuti...all'ingresso della chiesa si nota il grande Crocifisso che con le sue grandi braccia sembra dire "venite a me voi tutti che..."
Parrocchia SS.Stimmate - Chiesa
Dall'altare...
Parrocchia SS.Stimmate - Immagini di Festa
"Lasciate che i bambini vengano a me"
Parrocchia SS.Stimmate - Immagini di Festa
Parrocchia SS.Stimmate - Chiesa
Fonte Battesimale
Parrocchia SS.Stimmate - Cappellina
"Santa Maria prega per noi peccatori...
Parrocchia SS.Stimmate - Immagini di Festa
Parrocchia SS.Stimmate - Chiesa
Luoghi del culto
Parrocchia SS.Stimmate - Immagini di Festa
Chiesa di mattoni no... chiesa di persone SI
Parrocchia SS.Stimmate - Chiesa
Navata centrale
Parrocchia SS.Stimmate - Cappellina
Il Santissimo...

“Erano le quattro del pomeriggio...”
L’evangelista Giovanni: che memoria!
Ciascuno di noi, nella vita, ha dei ricordi ben impressi nella memoria, incontri ed esperienze incancellabili, perché hanno cambiato il corso dell’intera esistenza.
La storia della Salvezza che ci viene raccontata dalla Bibbia possiamo riassumerla in una storia di incontri con Dio e con Gesù Cristo, incontri mai superficiali perché toccano le fibre del cuore fino a sentirsi compresi e amati per sempre.
Il trovare Gesù - o meglio, l’essere trovati da Gesù – cambia completamente l’esistenza e rende annunciatori della salvezza, rivestiti dell’abito della gioia e di una profonda esigenza di partecipare insieme alla vita nuova scoperta in Cristo.
Sono bellissimi i brani della Parola di Dio di questa domenica, che ci immergono tutti e tre nel meraviglioso mistero della chiamata, della vocazione. Se hai tempo li puoi leggere e meditare. In filigrana puoi rileggere anche la tua chiamata. BUONA DOMENICA!

Le celebrazioni ritornano alla consueta normalità. Abbiamo infatti avuto l'esito NEGATIVO dei tamponi effettuati nei giorni scorsi.

QUESTA SERA 31 OTTOBRE)E DOMANI (1 NOVEMBRE)

...FINO A NUOVO AVVISO ...(FORSE ANCHE 
IL 2 NOVEMBRE)
 
NELLA CHIESA DELLE STIMMATE
E DELLA FAMIGLIA DI NAZARETH NON SARA' CELEBRATA LA SANTA MESSA PERCHÈ I CONFRATELLI SONO IN QUARANTENA ESSENDO STATI A CONTATTO PER DUE GIORNI (MARTEDI E MERCOLEDI) CON UNA PERSONA TROVATA POSITIVA DOPO AVER FATTO IL TEMPONE GIOVEDI. 
NOI TRE ( ASSUERO, MARCELLINO E SERGIO) PER IL MOMENTO NON ABBIAMO SINTOMI.
 
Dopo aver sentito il vescovo Enrico e il Vicario don Stefano ed anche i nostri due diaconi abbiamo deciso che domani, per chi desidera, al posto della messa il diacono Giorgio Azzoni farà la celebrazione della Parola alle Stimmate sia alle nove e mezza che alle 11:00, mentre il diacono Gianpaolo Borella farà la celebrazione della Parola alla Famiglia di Nazareth  alle ore 9:00 e 11:00.
 
Buona serata e buona festa di tutti i santi.
Sergio
 
I SANTI DAL CIELO CI PROTEGGANO! 
Oggi, solennità di tutti i Santi, celebriamo la festa di tutti coloro che hanno già raggiunto la meta a cui tutti noi aspiriamo, la fe- sta di tutti coloro che sono entrati nella Gerusalemme del Cielo e vedono Dio così come egli è, la festa di tutti coloro che sono santi, totalmente consacrati a Dio.
Sono una «moltitudine immensa»: centoquarantaquattromila ... donne e uomini che hanno vissuto lungo l’arco della storia lasciandosi avvolgere dall’abbraccio misericordioso di Dio e si sono nutriti della sua Parola e del corpo e sangue di Gesù, linfa vi- tale per maturare nell’eternità.
È la moltitudine immensa dei salvati che stanno davanti al trono e davanti all'Agnello, dopo aver lavato le loro vesti nel suo sangue.
La visione di Giovanni ci mette dinanzi la smisurata stirpe degli eletti, l'incalcolabile universalità della salvezza, che va oltre i confini e le divisioni umane: ogni nazione, tribù, popolo e lingua.
Ciò significa che la chiamata alla santità è per tutti e questa consapevolezza ci spinge a ripensare il nostro cammino di fede e ad impegnarci a vivere le beatitudini del Vangelo,
Questa solennità di tutti i santi accende nel cuore di ciascuno di noi la beatitudine dell'amicizia, della concordia, della purezza, della mitezza, della pace, della condivisione, della testimonianza, della fratellanza universale ... beatitudine degli eletti che vivono in cielo, dinanzi al trono dell'Agnello.
Questa solennità, inoltre, ci fa riscoprire, nelle nostre famiglie, nel- le comunità cristiane, la bellezza del cammino di santità, facendoci sentire che Dio ci vuole partecipi del suo stesso amore, ca- paci di andare oltre i confini dei limiti umani, oltre le discriminazioni e le differenze che dividono l'umanità in nazione, tribù, popolo e lingua.
Questa solennità, infine, ci impegna a vivere una vita da santi, cioè a vivere il Vangelo nelle nostre scelte quotidiane, non per dovere, ma perché ci scopriamo figli amati, e anche quando deragliamo e cadiamo, possiamo rialzarci e riprendere a seguire Gesù con fiducia piena nella sua misericordia.

Screenshot 2020 10 09 19 26 21 56 e2d5b3f32b79de1d45acd1fad96fbb0f

CAMMINATA RIMANDATA.